Prof. Carlo Flamigni

Membro del Comitato Nazionale di Bioetica - Medico Chirurgo Libero Docente in Clinica Ostetrica e Ginecologica

I libri di interesse generale del Professor Carlo Flamigni:

AMA IL PROSSIMO TUO

Carlo Flamigni

Ama il prossimo tuo

«Primo era uomo di molti difetti, ma aveva una virtù importante, una profonda onestà che gli impediva di dimenticare i propri errori e di perdonarli.»
L’arrivo di un nuovo primario di Chirurgia, tre lettere anonime denigratorie e pazienti morti inspiegabilmente a seguito di banali interventi danno il via alla nuova indagine di Primo Casadei, detto Terzo, ancora una volta aiutato dalla sua bizzarra famiglia.
Questo giallo è il settimo della serie ambientata in Romagna, in cui personaggi coloriti, questioni etiche e omicidi si intrecciano in una trama che tiene il lettore con il fiato sospeso tanto per il mistero quanto per la profondità degli interrogativi sollevati dagli eventi.


2016 A N A N K E lab - ISBN 978 88 98986 29 3

 

QUESTA E' LA SCIENZA BELLEZZE!

Carlo Flamigni e Maurizio Mori

Questa è la scienza bellezze! La fecondazione assistita come nuovo modo di costruire le famiglie

Il libro affronta i principali temi attualmente al centro del dibattito tenendosi a rispettosa distanza sia dallo scientismo sia dai paradigmi metafisici, cercando di spiegare come i divieti e le norme repressive non siano mai utili a fermare il cammino della scienza e come invece buonsenso e mediazioni responsabili possano servire a farne strumento capace di migliorare la vita dei cittadini.


2016 A N A N K E lab - ISBN 978 88 98986 28 6

 

FAVOLA DI STOLTONE

Carlo Flamigni

Favola di stoltone, conigli e pochegambe. Essere genitori secondo l'etica del dono

Cosa sapete dei conigli? Poco? Lasciate allora che vi racconti una storia che li riguarda (e che tutti i conigli conoscono).
Molti, molti anni prima Eureka, l'isola dei conigli, per molti versi bellissima, non poteva essere abitata dagli esseri umani per via dei continui terremoti che la affliggevano: tutto dipendeva dal fatto che sotto la crosta superficiale l'isola era una specie di gruviera, tutta forata da grotte immense, una delle quali di tanto in tanto crollava causando grandi disastri.


2015 Ogni uomo è tutti gli uomini Edizioni - ISBN 978 88 9948 0059

 

L'UOMO DI FANGO

Carlo Flamigni

L’uomo di fango e i suoi figli. Avventure di una specie rumorosa e disordinata

Come si nasce? Cosa significa essere genitori? Quali questioni sollevano le tecniche di fecondazione assistita? Cosa succederà nel futuro più remoto? Carlo Flamigni, che siamo abituati a vedere indagare questi interrogativi come ginecologo e bioeticista, sceglie la narrazione e accompagna il lettore in un labirinto di sentimenti, dubbi, paure e curiosità sul nascere e l’essere genitori. Un cammino in cui l’autore e i protagonisti di queste storie ci prendono per mano per portarci oltre i luoghi comuni, gli stereotipi e le banalità da cui la nostra società sembra essere soffocata. Il libro si apre con l’Inizio di tutto, percorre il tempo delle origini e del mito e, passando per un passato non così lontano, arriva a un futuro lontanissimo nel quale le biotecnologie la fanno da padrone, prima della fine, prima di un nuovo possibile Inizio. Ad anticipare i trenta (più due) racconti, le Premesse (che l’autore dà il permesso di saltare, ma faremmo bene a non lasciarci scappare) ci insegnano qualcosa sulla genitorialità (ma quanto conta la biologia?), che poi altro non è che il filo conduttore di questo libro intenso, profondo, travolgente.


2015 A N A N K E lab - ISBN 978 88 9898 6194

 

SESSUALITA' E RIPRODUZIONE

Carlo Flamigni e Angela Balzano

Sessualità e riproduzione. Due generazioni in dialogo su diritti, corpi e medicina

Il volume è un dialogo tra Angela Balzano, giovane ricercatrice precaria, e Carlo Flamigni, ginecologo di fama internazionale, sulla attuale situazione politica e giuridica nel nostro Paese – anche detto il Paese dei teo-con – a proposito di aborto, fecondazione assitita, obiezione di coscienza, educazione sessuale, nuove genitorialità e mercati della riproduzione. Con un linguaggio semplice e diretto, senza inficiare il rigore scientifico, gli autori si pongono domande e propongono risposte e soluzioni, rivolgendosi a un pubblico curioso e non necessariamente di specialisti. Il punto di partenza è che due generazioni lontane tra loro si ritrovano a condividere le stesse preoccupazioni. Nonostante le lotte a favore del diritto all’aborto, della diffusione della contraccezione e dell’educazione sessuale, dell’istituzione dei consultori, oggi denunciano entrambi un arretramento sul piano dei diritti all’autodeterminazione. Angela Balzano incarna una soggettività che si ritrova a vivere problematiche che si pensavano superate grazie ai risultati delle battaglie portate avanti dalla generazione rappresentata da Carlo Flamigni, circa quarant’anni fa. Le tecniche di fecondazione assistita, poi, sollevano questioni inedite, come le nuove genitorialità e i mercati della riproduzione, che i due autori indagano mettendo in luce i danni che le intrusioni della morale cattolica nella politica e nella giurisprudenza hanno e stanno causando. Un punto della situazione per capire cosa è andato storto e cosa si può fare per voltare pagina e riprenderci le nostre vite, i nostri corpi, i nostri diritti.


2015 A N A N K E lab - ISBN 978 88 9898 6163

 

LA CERTEZZA DEL RICORDO

Carlo Flamigni

LA CERTEZZA DEL RICORDO

«La guerra, e perciò la paura, la fame, il timore per i propri cari, le molte incertezze per il domani, spesso sradica la gente dalle case e dai luoghi dove è sempre vissuta e tende a creare nuove comunità, ma lo fa in modo così tumultuoso da impedire al loro interno qualsiasi capacità di comprensione e di dialogo, lasciando spesso prevalere la diffidenza e l'egoismo. La nostra comunità apparteneva a questa infelice categoria, me ne rendevo conto persino io, che avevo 15 anni.» Prima bambino e poi adolescente nell'Italia fascista, Piero cresce nella provincia romagnola circondato da una schiera di nonni, zii e cugini che sembrano rappresentare l'intera varietà dei caratteri nazionali. Sullo sfondo la guerra, la caduta del Fascismo, la Resistenza. Tutti eventi troppo grandi per essere ben compresi persino dagli adulti, figurarsi da un giovane ragazzo. Sarà Fiamma, giovane moglie del padre – bellissima e dal passato oscuro – a mettere Piero di fronte, prima a turbamenti e sentimenti dell'adolescenza, poi alla Storia, lasciandogli indelebile l'interrogativo su quale sia stata la molla di un atto di giustizia.


2015 A N A N K E lab - ISBN 978 88 9898 6101

 

La compagnia di Ramazzotto

Carlo Flamigni

La compagnia di Ramazzotto

Per tradizione, l'ambiente universitario si adatta a meraviglia alle trame gialle. Gli odi, le invidie, i conflitti tra accademici, infatti, assomigliano moltissimo alla brama di potere nella sua forma più pura e la passione per il potere è fonte naturale del delitto.

Nei romanzi giallo-giocosi di Carlo Flamigni, schemi tradizionali di questo tipo, magari con misteri e soluzioni deduttivi, germinano in un brodo di coltura surreale, pieno di maschere e detti e spiriti regionali romagnoli, e in alcune entrate ci immagineremmo come sottofondo musiche da clown felliniane. C'è un po' di fiaba folclorica moderna nel suo romanzesco. In pieno giorno si accascia, a un tavolo del bar dov'è seduto, un uomo, colpito a morte da un proiettile. Lo vedono in molti e due individui si inseguono in mezzo ai tavolini. Lo strano è che non si è sentito un solo sparo. E' morto un professore universitario, medico illustre, d'altri tempi, e molto impegnato nella buona politica, ma da un po' di tempo ritiratosi di più dentro la sua vita privata.

Attorno a lui s'erano intrecciate varie prevedibili beghe: la giostra dell'assegnazione delle cattedre a Medicina, la successione al rettorato, un grande affare legato alla fondazione di una ultramoderna sede distaccata della facoltà…Vuole il caso che la signora Mirta Fabbri, moglie del professor Stelio Benelli, il morto, sia una vecchia fiamma di Primo Casadei. E così entra in scena la coloratissima banda da investigazioni di Carlo Flamigni, che costituisce uno sgangherato micromondo buono contrapposto al gran mondo cattivo. Primo, detto Terzo per modestia, ex avventuriero dal passato storto e ricco d'esperienze, attualmente scrittore storico, che presta il suo intuito in aiuto degli amici; sua moglie Maria, che ha imparato il romagnolo alla radio e non parla altra lingua a parte il cinese, custode di tradizioni e cucina regionali; Proverbio, vecchio amico che conosce come uno sciamano ogni saggezza popolare; Pavolone, gigante dal piccolo cervello e dal gran cuore, un Obelix da riviera romagnola a guardia delle gemelle di Primo Berenice e Beatrice; e Macbetto Fusaroli, commissario di polizia.


2014 Sellerio ISBN 88- 389-3235-2

 

nelle mani del dottore

Carlo Flamigni Marina Mengarelli

NELLE MANI DEL DOTTORE?
Il racconto e il possibile futuro di una relazione difficile

Nel libro si parla della relazione di cura, dei vari modelli di medicina che sono stati proposti e attuati, ma soprattutto della relazione che oggi, sempre più faticosamente, si stabilisce tra il medico e il cittadino malato e tra il sistema della salute e quelli che ancora ci si ostina a chiamare “pazienti” ma che pazienti non sono proprio più.
Se la maggior parte delle persone ha scarsa fiducia nei confronti della medicina e dei medici, anche se si chiede ai medici e agli operatori sanitari se ritengono di aver realizzato i loro progetti e le loro speranze professionali, raramente si ottiene una risposta positiva. In realtà tutti tendono a rimpiangere una relazione basata sulla fiducia e guardano criticamente e con dispiacere ai sentimenti che l’hanno sostituita – la diffidenza, il sospetto – e che hanno trasformato un rapporto che avrebbe dovuto essere significativo in una relazione contrattuale di modestissima levatura etica.
Di qui, la necessità di dare una risposta credibile ad almeno una domanda: chi è il responsabile di questo cambiamento?
Con questo volume gli autori vogliono rivolgersi a tutti i cittadini – non solo ai medici, agli operatori sanitari, ai malati e agli amministratori della sanità – perché il loro tema fondamentale è la tutela della salute, un patrimonio appunto di tutti.


2014 FrancoAngeli ISBN 978-88-917-0516-7

 

LA FECONDAZIONE ASSISTITA DOPO DIECI ANNI DI LEGGE 40

Carlo Flamigni e Maurizio Mori

LA FECONDAZIONE ASSISTITA DOPO DIECI ANNI DI LEGGE 40
Meglio ricominciare da capo!

A dieci anni dalla promulgazione della legge 40 sulla fecondazione assistita è tempo di fare bilanci. I due autori, dopo una ricostruzione del clima e delle principali vicende che hanno portato alla legge, ne mettono in luce problemi, assurdità e conseguenze pratiche. Ne emerge che il patto tra Berlusconi (a capo del governo) e il cardinal Ruini (a capo della Chiesa cattolica) è stato così determinante da far pensare che la 40/2004 possa essere chiamata “legge Berlusconi-Ruini”. Oggi che la situazione culturale e politica è cambiata, è possibile ricominciare tutto da capo, auspicando una normativa al passo con le nuove conoscenze scientifiche e con il mutato clima etico-culturale.


2014 ANANKE Editore  ISBN 978-88-7325-569-7

 

IL PRIMO

Carlo Flamigni

IL PRIMO
Il mito di Cura

Vediamo, accovacciata presso la riva del fiume, una figura femminile, una severa bellezza dai lunghi capelli neri raccolti in una crocchia dietro alla nuca, una bellezza matura ma intensa che veste un semplice peplo scuro e non porta ornamenti.


2014 Ogni Uomo è Tutti Gli Uomini Editore  ISBN 978-88-96691-74-8

 

SCUOLA DI STREGHE

Carlo Flamigni

SCUOLA DI STREGHE - romanzo

Sedute sui banchi ci sono una ventina di ragazzine, tra i dodici e i tredici anni di età, vestite di semplicissimi abiti di lana di colore grigio, lo stesso colore della cuffia che portano in testa; hanno calze di lana, portano zoccoli di legno e sono in gran parte raffreddate.


2013 Ogni Uomo è Tutti Gli Uomini Editore  78-88-96691-63-2

 

LA CERTEZZA DEL RICORDO

Carlo Flamigni

LA CERTEZZA DEL RICORDO - romanzo

«Voglio sapere se il mio rancore, quello che mi sono portato dentro per tanti anni, è stato veramente l’unico modo che avevo per protestare, la prova della mia fedeltà alle cose virtuose, se perdonare avrebbe avuto il significato di una definitiva rinuncia alla dignità e al rispetto, se oggi, come sempre, c’è bisogno di qualcuno che alimenti la fiammella dell’odio.»

 Bambino e adolescente nell’Italia fascista, Piero cresce nella provincia romagnola in una famiglia di origine contadina, non ricca ma benestante, con un padre militare, una madre dalla salute cagionevole, che presto lo lascia orfano, una nonna dal carattere aspro e una schiera di zii e cugini che sembrano rappresentare l’intera varietà dei caratteri nazionali. Lo scoppio della guerra lo costringe a crescere in fretta, investito di responsabilità più grandi di lui, ma l’età è l’età, così, quando il padre, all’improvviso, si presenta con una nuova moglie – Fiamma, giovane, bella e dal passato oscuro – il ragazzo è colto da turbamenti che suscitano in lui confusione e sensi di colpa. Gli eventi bellici, però, soffocano presto i sentimenti personali, o almeno pare, perché Fiamma, lasciata sola dal marito richiamato al proprio dovere, sarà al centro di una vicenda dove questioni private e Storia si intrecciano in modo drammatico. E alla fine di tutto, Piero si assumerà la responsabilità di un atto di giustizia che lo segnerà nell’anima, lasciandogli per il resto della vita il dubbio su quale sia stata la molla che lo ha spinto a «emettere la sentenza».

2013 Baldini Castoldi Dalai Editore   ISBN 886762094-4

 

CRIMEN EN LA COLINA

Carlo Flamigni

CRIMEN EN LA COLINA
El primer caso de la familia Casadei

Primo Casadei es un escritor de pasado cuestionable con una familia muy peculiar: Maria, su mujer, es una inmigrante china que aprendiό el italiano dialectal escuchando los culebrones de la radio; Povolone, su «guardaespaldas», es un muchacho simplόn; Proverbio es un viejo que los socorriό en tiempos difíciles, ateo apasionado y filόn inagotable de sabiduría popular; y las hijas pequeñas del matrimonio son las gemelas Beatrice y Berenice. La familia se muda a un pueblecito de la Romaña para que la pequeña Beatrice se recupere de una tuberculosis. Es el pueblo de la familia Casadei, aunque Primo lleva décadas sin pisarlo, y, en él, como en todos los pueblos pequeños, los viejos odios y rencillas todavía están latentes. Pero, al poco de su llegada, la tranquila existencia del pueblo se ve perturbada por una abominable sucesiόn de homicidios de niños en el bosque, asesinatos tan distintos unos de otros como para rechazar la idea de un maníaco o de un asesino en serie. Incluso a Beatrice la intentan secuestrar, pero el intento es abortado por Pavolone. Primo comenzará entonces a indagar por su cuenta…


2013 Siruela/Policiaca 
  ISBN 978–8498419504

 

Fecondazione Esterologa

Carlo Flamigni

Giallo Uovo

Questo “mistery romagnolo”, potrebbe sembrare un cupo romanzo criminale dell’epoca classica. Una gang capeggiata da un Padrone potente e taciturno secondo regola, è il luogo di odi incrociati e segrete ambizioni di ogni risma. Tra i tanti, Amalia, dark lady carnale e crudele nonostante genitori anarchici idealisti, decide di imprimere una svolta al suo rapporto con l’amante, capo operativo della cosca, un essere di nessuna umanità sposato senza sentimenti con l’enorme Minerva, figlia del Padrone.

Minerva vigila su tutto e su tutti, immobile nelle sue stanze come un ragno al centro della tela, sicchè Amalia, per emarginarla e prendere il suo posto nel cuore dell’amante e nella gerarchia, escogita il complotto. Assolda, tra gli scagnozzi della banda, il più emarginato, Primo Casadei, detto Terzo, uno che sembra capitato lì per caso, ma che si rivela un abile e freddo agente coadiuvato dalla sua squadra di strambi amici. Le cose però si complicano e si intrecciano, si bagnano di molto sangue e sfociano in un incomprensibile mistero risolto dall’abilità deduttiva di Primo.

Ma questo solo guardando la nuda trama. Nella sua realtà questa storia, al contrario dei romanzi criminali dell’epoca classica, non è accompagnata da nessun cattivo umore. Tutto, com’è tipico dei romanzi di Carlo Flamigni, si stempera in un andamento comico brillante, un divertimento pieno di battute, di situazioni surreali e popolaresche, di personaggi del tutto favolosi ma che le circostanze ambientali rendono veri e vari come la vita. Per i lettori che già conoscono la saga di Primo Casadei, è qui, in questo primo romanzo della serie, la genesi di quel gruppo di inverosimili investigatori: il vecchio Proverbio che parla solo per modi di dire, la cinese Maria che ha imparato, anziché l’italiano, il romagnolo, le due gemelle, il gigantesco Pavolone, e gli altri che hanno animato le successive avventure, è qui che sono nati e hanno visto segnato il proprio destino e scolpito il loro carattere. Ed è già presente in questo Giallo Uovo, il vero intento comunicativo dell’autore, scienziato e medico insigne, nonché figlio della sua terra: contrastare con l’umorismo e la favola l’opaco pregiudizio che fa della morale una gabbia dolorosa anziché la regola per essere felici insieme; rendere omaggio a una lingua e, dunque a una civiltà regionale, il romagnolo, “ruvida, essenziale, destinata a scomparire”.


2012 Sellerio editore Palermo
 ISBN 88-389-2753-7

Fecondazione Esterologa

Carlo Flamigni, Andrea Borini

Fecondazione e(s)terologa

Stabilire il numero di figli che è opportuno avere a seconda delle nostre condizioni In questi ultimi anni è in continuo aumento il numero di coppie italiane che, a causa della legge 40/2004, è costretto ad andare all’estero per vedere realizzato il desiderio di avere un figlio. Alcune motivazioni che inducono al cosiddetto “turismo procreativo” esistono ancora oggi; altre, invece,non sussistono più, ma poiché non viene adeguatamente reso noto, molti italiani continuano a cercare aiuto fuori dal proprio paese. I motivi che hanno condotto gli autori a scrivere questo libro sono molti: fra tutti il principale è quello di chiarire un problema molto complesso senza pregiudizi e al riparo da ogni tipo di ideologia, con lo scopo di offrire uno trumento utile ai “viaggiatori”, distinguendo speranze e illusioni da reali possibilità.


2012 L’Asino d’oro edizioni
ISBN 9788864430553

CONTRACCEZIONE

Carlo Flamigni

Storia della contraccezione
Ignoranza, superstizione e cattiva scienza di fronte al problema del controllo delle nascite

Stabilire il numero di figli che è opportuno avere a seconda delle nostre condizioni economiche, della nostra salute, delle nostre speranze, di quello che pensiamo della vita e del nostro concetto di genitorialità, della nostra religione e dei nostri princìpi morali, del nostro senso di responsabilità e delle nostre attese, dovrebbe essere considerato da tutti un atto naturale e meritorio, e come tale dovrebbe essere sostenuto e facilitato dalla società nella quale viviamo.

Nella storia dell’uomo le conoscenze sui meccanismi del concepimento sono andate di pari passo con l’evoluzione dei metodi per impedirlo. Quello del controllo delle nascite – spesso determinato dalla miseria, ma anche da convinzioni religiose e culturali – è tuttavia un ambito poco conosciuto della ricerca scientifica.

Questo excursus dei metodi contraccettivi dall’antichità ai giorni nostri unisce sapientemente dati storici, medicina e antropologia facendo luce su uno dei temi bioetici più controversi. Non di rado i metodi per impedire la procreazione sono infatti diventati il pretesto per uno scontro fra opposte posizioni etiche e giuridiche che divide tuttora la nostra società.


2012 Dalai editore  ISBN 978-886620354-4

Natale in giallo

Gian Mauro Costa, Carlo Flamigni, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Ben Pastor, Santo Piazzese, Francesco Recami

Un Natale in giallo
A Natale con chi vuoi di Carlo Flamigni

Per definire i casi gialli in cui inciampa Primo Casadei detto “Terzo” e la sua surreale famiglia allargata, è probabilmente conveniente tener conto di due coordinate che ne sanciscono l’originalità: sono storie che hanno un impianto decisamente folclorico, quasi fiabesco; trovano impulso in problematiche legate a un’etica laica, pertinenti grosso modo alla cosiddetta bioetica.

E’ caratteristico dei romanzi di Flamigni imbattersi di continuo sia in brillanti disgressioni su detti, leggende e usanze romagnole, sia in trattazioni di tematiche biomediche o di etica e legislazione medica. I protagonisti (e quindi il lettore) non potrebbero farsi un chiaro concetto di ciò che sta accadendo se non giovandosi di questi chiarimenti, inseriti agilmente nel fuoco degli eventi e mai pedanti. La famiglia di primo è “allargata” sul lato della parentela ma non solo. Anzi: l’allargamento riguarda soprattutto la molteplicità etnica, la pluralità culturale e l’accoglienza di ogni diversità. Primo, dopo un passato accidentato, è diventato uno scrittore affermato e gode di generale stima e confidenza nel suo paesino dove è tornato a vivere: è romagnolo nelle più profonde radici, serenamente laico e per natura tollerante. La moglie Maria invece è cinese, ha imparato a parlare in romagnolo prima e più che in italiano e del dialetto ha una competenza da nativa e una sapienza da glottologa, inoltre è cattolico romana, convertitasi ascoltando una radio, Radio Maria. Hanno due figlie gemelle, la cui autarchia impenetrabile preoccuperebbe chiunque, ma non genitori di tal fatta. Anche perché veglia su ogni loro passo un gigante buono, Pavolone, che le gemelle considerano una loro docile estensione: Pavolone ha forza e debolezza distribuite in modo ineguale tra membra e intelletto. La sua Compagna, che è stata accolta in famiglia, è un’argentina, portatrice di HIV, ed hanno avuto un figlio grazie alla procreazione assistita. La squadra è completata da proverbio, un vecchio amico che s’è ritirato a vivere con loro: è un ateo militante, della più tenace tradizione romagnola. A questi attori protagonisti vanno aggiunti caratteristi ricorrenti, il più importante dei quali è il questore Macbetto, che spesso e volentieri chiede lumi a primo. Vivendo in questo modo, si capisce, a un campionario umano così vario ne capitano di tutti i tipi, ed è dalle loro avventure e incidenti che normalmente prende avvio un’indagine. E la portano avanti insieme, quasi fosse primo una specie di io-penso razionale di un corpo diffuso particolarmente sensibile formato da tutti loro. C’è da aggiungere che questo paese di Romagna, per storia, consuetudini, caratteri degli abitanti e intrecci antichi, è una comunità che definire tranquilla è solo un eufemismo pieno di speranza: e molti, se hanno un problema del tipo adatto, si rivolgono al Casadei con pieno affidamento. Forse si può trovare un significato generale in tutta la serie.

Ed è che in Italia, troppo spesso, ci sono più intrighi, cervellotici rompicapo e misteri gialli in ospedali , cliniche e congressi, attorno a un caso di sterilità o di accanimento terapeutico, che in un normale crimine. Il natale della famiglia allargata è più movimentato del normale, e l’avventura che si profila è più d’azione. Nel preparare il pranzo si aggiungono altri amici. Si tratta, come c’è da aspettarsi, di coppie “strane”. Due persone locali, con mogli russe che si portano dietro tutte le traversie delle immigrate. Sono vittime di un turpe ricatto, un rapimento e la famiglia allargata si mette in movimento.


2011 Sellerio editore  ISBN 88-389-2607-7

CONTRACCEZIONE

Carlo Flamigni
SENSO COMUNE

La squadra surreale di Primo (inteso: «Terzo») Casadei, si trova nel folto di una di quelle selve di ostacoli che il cosiddetto « sistema Italia» diventa spesso e volentieri per i suoi figli. Il coriaceo Proverbio, sempre più ateo nonostante l’età, è ricoverato in un reparto di cure intensive; con lui sono quattro vecchietti in stato vegetativo, i quali muoiono in successione da un giorno all’altro, generando diffuso sospetto. Intanto Pavolone, il gigante buono, e Maite, sua inarrestabile compagna, hanno deciso di fare un figlio ma possono concepirlo solamente mediante fecondazione assistita e questo li immette nella follia di decreti e di divieti. Così questa nuova avventura con il delitto degli involontari investigatori del tranquillo paese di Romagna inizia come un racconto-verità, però satirico e grottesco, dentro i dilemmi della bioetica, quelli che il nostro paese riesce a ritorcere in modo da smarrire per sempre il buon senso comune. Ma presto, mentre Primo tenta di salvare tutti dai vertiginosi labirinti clinico legali e riflette a voce alta su deduzioni e controdeduzioni, la storia scivola lentamente nel giallo. E’ arrivato in paese il cugino Giuseppe, giornalista d’inchiesta intransigente. Segue la fidanzata Dorotea, aspirante showgirl a un concorso di bellezza; ma soprattutto è lì per indagare sui misteri della villa, nei paraggi, di un uomo potentissimo, detto il Presidente. E tra i risvolti equivoci dell’ambiente dello show business e i misteri della villa del Presidente avviene il delitto. Primo Casadei, cui Giuseppe aveva chiesto aiuto per avviare l’inchiesta e che allo scopo s’è trovato in contatto con personaggi oscuri, assiste allo svelarsi di cause e moventi, fino al nucleo occulto di un potere immenso che sgomenta eppure s’è già incistato nel senso comune della vita pubblica. E’ l’Italia di oggi che va in scena, da una delle sue mille province profonde, in questo caso una costa romagnola che il turismo non riesce a mutilare dei suoi caratteri originari. La tenaglia dell’ipocrisia burocratizzata sulle libertà degli umili, la smaccata impunità di chi possiede il potere assoluto. Usando la chiave del giallo per dare forma narrativa alla baruffa ignorante e confusionale in cui oggi consiste il dibattito sui problemi etici, con la sua premeditata conclusione: la resa morale di tutti, perfino del protagonista del romanzo.

2011
SELLERIO ISBN 88- 389-2535-6

CONTRACCEZIONE

Carlo Flamigni – Anna Pompili
CONTRACCEZIONE

A 50 anni dalla commercializzazione della prima pillola, l’informazione sui mezzi contraccettivi continua a essere estremamente scarsa e troppo spesso influenzata da interessi commerciali o da posizioni etiche dominanti. Essendo difficile immaginare, e non certo auspicabile, una società fondata sull’astinenza sessuale, è necessario che tutti siano in grado di utilizzare le tecniche contraccettive più idonee. Questo libro, in un’ottica estremamente pratica, intende fornire a ciascuno queste conoscenze: gli autori analizzano, uno per uno, i vari metodi contraccettivi e rispondono a dubbi che frequentemente non trovano soluzione neppure negli ambulatori medici, confutando luoghi troppo spesso comuni. Un libro scritto in modo semplice e diretto, per tutti coloro che vogliono saperne di più, perché la sessualità non è finalizzata alla procreazione e deve essere vissuta liberamente.

2011 L’Asino d’oro edizioni
ISBN 978-88-6443-056-0

LA PROCREAZIONE ASSISTITA

Carlo Flamigni
LA PROCREAZIONE ASSISTITA
Fertilità e sterilità tra medicina e considerazioni bioetiche
Seconda edizione aggiornata

Circa il 15% delle coppie italiane non riesce ad avere figli; a questa percentuale si aggiunge un altro 5% dovuto a sterilità secondarie, insorte cioè dopo una gravidanza. Quali risposte può fornire la scienza medica a queste persone? Uno tra i maggiori esperti di fisiopatologia della produzione umana traccia una sintesi aggiornata delle tecniche di fecondazione assistita e dei protocolli più avanzati – oggi meno aggressivi che in passato e con meno rischi di complicazioni – nonché delle diverse concezioni etiche e giuridiche in materia, fino alle limitazioni imposte dalla legge 40 del 2004 e ai successivi interventi della Corte Costituzionale.

2011 Società editrice il Mulino
ISBN 978-88-15-14669-4

Figli del cielo, del ventre, del cuore - Racconti

Carlo Flamigni
Figli del cielo, del ventre, del cuore
Racconti

Il miracolo della vita è un rompicapo affascinante che racchiude un immenso potere. Per questa ragione magia, religione e scienza, nei secoli, hanno cercato di garantirsene il controllo. E la controversia è tuttora in corso, accesa più che mai. L’origine della vita e i diversi modi di essere madre o padre costituiscono il nucleo di questi ventiquattro racconti: i miti della Creazione e i possibili sviluppi (fanta)scientifici delle nuove tecniche di riproduzione, i problemi etici e il dramma della sterilità….. Un ciclo di storie appassionanti e delicate che ci lasciano con la sensazione che, per quanto gli uomini si sforzino di conoscere, alla base della vita rimarrà sempre il mistero.

2010 Pendragon
  ISBN 978-8883428777

ru486

Carlo Flamigni - Corrado Melega
RU486
Non tutte le streghe sono state bruciate

Questo libro, rivolto agli operatori sanitari e a tutti coloro che vogliono approfondire questi argomenti, chiarisce finalmente, con un linguaggio semplice ma allo stesso tempo rigorosamente scientifico, i meccanismi di azione della RU486 e le tematiche di un dibattito etico su cui in Italia vi è ancora molta confusione. Gli autori hanno polemicamente dedicato il libro ai membri del Consiglio Superiore di Sanità che ha recentemente stabilito che “l’unica modalità di erogazione” della RU486 debba essere “il ricovero ordinario”. Questo testo diventa così prova evidente che, se in Italia vi sono istituzioni che non intendono garantire la libertà e la salute delle donne, vi sono d’altra parte molti medici e amministratori che si battono per queste.

2010 L’Asino d’oro edizioni
  ISBN 978-88-6443-048-5

Pillola giorno dopo

Carlo Flamigni - Corrado Melega
LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO
Dal silfio al levonorgestrel

Questo libro si rivolge agli operatori sanitari e a tutti coloro che vogliono farsi una propria opinione sulla contraccezione di emergenza e sul dibattito, talvolta controverso, intorno a questo argomento. Soffermandosi prima sulla storia e i vari metodi utilizzati, gli Autori spiegano i meccanismi di azione della pillola del giorno dopo e chiariscono i temi sui quali in Italia, a cominciare dalla stampa, si tende a fare ancora molta confusione. Prendendo spunto dalla complessa discussione svolta all’interno del Comitato Nazionale per la Bioetica, di cui Carlo Flamigni è membro, gli Autori danno precise e specifiche informazioni mediche, per offrire a tutti, in particolare alle donne, alle quali il libro è esplicitamente dedicato, la possibilità di una valutazione critica e di un pensiero libero.

2010 L’Asino d’oro edizioni
ISBN 978-88-6443-050-8

guida al corpo della donna

Carlo Flamigni e Margherita Granbassi
GUIDA AL CORPO DELLA DONNA
Dalla A alla Z

Il corpo della donna è il campo di battaglia di un terribile scontro di civiltà: non tra occidente e oriente, ma tra chi - in occidente come in oriente - vuole porre sotto controllo le donne, con la forza o con altri modi. E’ una delle questioni principali del nostro tempo, in cui si intrecciano pubblico e privato, politica e violenza, medicina e psicanalisi, pubblicità e velinismo. Ecco una guida per orientarsi all’interno del tema: dalla A di Abbraccio, Allattamento e Aborto alla Z di Zampe di gallina, passando per Femminismo e Lingerie.

2010 Giudizio Universale – Le Guide
- ISBN 978-88-904784-1-3

La questione dell'embrione

Carlo Flamigni
LA QUESTIONE DELL’EMBRIONE

Da secoli l’uomo si pone una domanda che ancora non sembra aver trovato risposta: quando ha inizio l’esistenza di un individuo, di una «persona umana»? Le soluzioni proposte da teologi, filosofi e scienziati sono state spesso contraddittorie e causa di guerre ideologiche che hanno diviso le coscienze di laici e religiosi. Quando ha inizio la vita di uno specifico individuo? La questione potrebbe essere risolta molto semplicemente con un’affermazione, se si potesse dire: “l’uomo comincia a esistere in quel preciso momento perché in lui, in quell’istante, entra l’anima per volere divino, lo dicono le Sacre Scritture (o il Corano, o altri libri considerati “sacri”)”. Così però non è, e non ci sono libri sacri ad aiutarci. Il libro esamina una delle questioni più controverse della modernità, non accontentandosi di analizzare le contrapposte posizioni etiche e giuridiche, ma soffermandosi sui meccanismi del concepimento. È infatti solo la loro comprensione che rende possibile un dibattito costruttivo sullo statuto dell’embrione e un confronto sull’origine della vita libero da qualsiasi dogmatismo.

2010 B. C. Dalai editore - ISBN 978 – 88 – 6073 –271 - 2

Circostanze Casuali

Carlo Flamigni
CIRCOSTANZE CASUALI

“La Vita si costruisce – è noto a tutti – come un intreccio di fatti casuali e di fatti volontari, che si succedono senza regola. Un evento casuale produce molto spesso atti volontari, ai quali conseguono nuovi eventi casuali, e via così, in un disordine fastidioso, del quale spesso neppure ci accorgiamo”. Carlo Flamigni vorrebbe che questo secondo romanzo non venisse letto da giallo. Lo presenta come un racconto sul Caso; sul Caso – va aggiunto – fuori stagione nella riviera di Romagna, quando lo spleen spinge le persone ad amplificare nel pettegolezzo i casi di ciascuno e ciascuno sembra vivere per amplificare il pettegolezzo. Circostanze casuali segue un intreccio generale (che è in questo caso l’inchiesta poliziesca) nelle cui svolte sono intrappolati tanti personaggi. E ogni personaggio incarna una storia, varia e complessa che potrebbe fare trama a sé, solo che essa, per via del caso e della necessità delle azioni che ne scaturiscono, si intreccia con le altre storie, gonfiandosi in una specie di tumultuosa fiumana del destino. Annibale Ricci Ribaldi, settantenne notaio di ricca famiglia è un uomo vizioso e alquanto laido. Forse il solo davvero detestabile tra un groviglio di vipere che gli si stringe intorno, che brulica di vittime a loro volta carnefici di vittime minori. Sono la moglie e i figli, domestici e impiegati, clienti, fino semplici vicini tutti pieni di risentimenti soffocati e mediocri colpe inconfessate. Un giorno il notaio è trovato morto nel suo studio; a breve distanza di tempo, stessa sorte per l’ostetrica che ha fatto nascere i suoi figli. L’indagine del questore Macbetto Fusaroli e, in collaborazione amichevole, di Primo Casadei detto «Terzo» con la sua famiglia di bizzarri investigatori (la moglie cinese Maria, le due gemelle, l’anziano amico Proverbio, il gigantesco tuttofare Pavolone), per raggiungere l’inutile verità mette a soqquadro il passato di quelle vite con tutto il loro «disordine fastidioso». Si potrebbe parlare di affresco a tinte lievi, di quadro mobile di vita di provincia, fermandosi alla deliziosa e un po’ cinica commedia d’ambiente che fa muovere in una danza divertita caratteri vividi. Ma c’è forse, senza proclami, anche un altro effetto che incide e fa riflettere: una filosofia di vita somministrata a parche dosi e con un certo ilare distacco da tutto ciò che futilmente affanna gli esseri umani. E, in questi tempi rumorosi, funziona da antidoto dell’intelligenza.

2010 SELLERIO
  ISBN 88- 389-2459-7

secondo libro sterilità

Carlo Flamigni
IL SECONDO LIBRO DELLA STERILITA'
La fecondazione assistita

Il tema dello statuto ontologico dell’embrione è così rilevante da indurre a pensare che questo sia il problema più importante e decisivo di tutta la bioetica, responsabile di un confronto simile a quello che opponeva tolemaici e copernicani.

2008 UTET - ISBN 978-88-02-07956-1

Primo libro Sterilità

Carlo Flamigni
IL PRIMO LIBRO DELLA STERILITA'
I problemi clinici e psicologici, la diagnosi e le cure ordinarie

Se “avere figli” può avere perduto l’antica valenza sociale, “fare un figlio”, pare conservare, nella società di cui siamo parte, l’antica rilevanza biologica e psicologica. Se la sterilità in astratto non inquieta la coscienza comune, la sterilità individuale è vissuta come menomazione non meno dolorosa di quanto lo fosse nelle società più antiche, la stessa che costituiva per la donna ebrea la più crudele punizione divina, per gli uomini di tante società del passato la condanna a una morte senza speranza, poiché solo chi lascia, spegnendosi, dei figli e i figli dei figli a godere il dono della luce, non muore del tutto.

2008 UTET - ISBN 978-88-02-07955-4

UN TRANQUILLO PAESE DI ROMAGNA

Carlo Flamigni
"UN TRANQUILLO PAESE DI ROMAGNA"
Romanzo

La famiglia di Primo Casadei – detto anche “Terzo”: un ex spiantato diventato scrittore di successo senza aver smaltito la scorza anarcoide – torna nel paesino di origine sulle colline romagnole. Qui vivono ancora vecchi contadini dalle facce di cuoio, coriacei repubblicani dai nomi significativi e dai soprannomi ancor più dichiarativi, anticlericali sanguigni e preti combattivi. Luoghi abbastanza eccentrici da ben assorbire la bizzaria degli affetti di Primo: la moglie, splendida cinese che ha appreso a parlare romagnolo e il cattolicesimo da una radio privata; le due gemelle del tutto autarchiche; Pavolone il loro gigantesco protettore; e il vecchio Proverbio, ateo appassionato e miniera inesauribile di saggezza popolare. Ma appena giungono in paese iniziano nefandi omicidi di bambini; nel bosco, assassinii abbastanza diversi uno dall’altro, da respingere l’idea del maniaco o del killer seriale. Ci sono stati, oltre i Casadei, altri arrivi in paese: un nuovo prete, un pittore sempre in giro per i sentieri, un veterinario con poco lavoro, un giovane maestro tanto colto e devoto. E i loro misteri, di cui inevitabilmente si favoleggia, si aggiungono a quelli che da sempre nelle chiacchiere dei contadini circondano i vecchi personaggi, dal medico al tenutario dell’albergo a ore. La famiglia di Primo, la sua parte attiva, è una sbilenca squadra di investigatori, ma capita, per avventura e per pietà, che frughi in quei misteri, fino a svelare, dopo che le autorità hanno chiuso l’inchiesta, un enigma che parte da lontano, dall’imperdonabile peccato di un sant’uomo. Il romanzo di Flamigni appartiene a quei polizieschi lontani sia dal thriller d’azione che dal giallo enigmistico. Sembra piuttosto obbedire alla definizione di Fred Vargas: “Il poliziesco è una specie di favola, ironica o tragica o cerebrale”. Favola cattiva, a cui l’essere un “mistery romagnolo” aggiunge qualcosa in ironia e grottesco.

2008 Sellerio - ISBN 88-389-2292-6

Aborto un problema sociale

Carlo Flamigni
"L’ABORTO "
Storia e attualità di un problema sociale

Dai tempi più remoti della storia dell’uomo, l’aborto è sempre esistito: un’ombra nera che ha incessantemente seguito la donna nel suo percorso, qualche volta per ucciderla, sempre per angosciarla. Questo libro ne racconta l’evoluzione medica e sociale a partire dai tempi lontani, dalle molte leggi via via approvate per tentare di regolamentarlo – in Europa e nel Mondo – fino ai dibattiti più recenti, capaci di forti risonanze sulla vita politica di molti paesi. Particolare attenzione è dedicata ai problemi italiani: l’approvazione della legge 194 del 1978, il successivo referendum abrogativo che vide una schiacciante vittoria delle forze laiche, la progressiva scomparsa degli aborti illegali, ma soprattutto la recente, aspra discussione che si è svolta e si sta svolgendo, in Italia, in merito all’introduzione della pillola abortiva e a possibili modificazioni della legge in alcuni dei suoi punti più significativi.

2008 Pendragon - ISBN 978-88-8342-636-0

Casanova e l'invidia del grembo

Carlo Flamigni
"Casanova e l'invidia del grembo"
Ragionamenti fatui sulla discussa capacità cognitiva delle donne e sull’esistenza di una ragione nel loro utero

“A pensarci bene, questa storia dell’utero che pensa potrà colpire per un attimo la fantasia degli uomini, ma ben presto finisce col fare acqua da tutte le parti. Perché un utero, se vuole imporre i propri pensieri, deve per forza impadronirsi della testa che è il luogo nel quale risiede l’anima? In altri termini, se le donne fossero realmente dominate da questo utero pensante, sarebbero prive di ogni carattere capace di assimilarle all’umanità e pertanto destinate al disprezzo, incapaci di azioni razionali, inaffidabili, prive di meriti apprezzabili. Non apparterrebbero dunque alla specie dell’uomo, ma rappresenterebbero solo una imperfetta imitazione della natura che avrebbe assegnato loro non più che una parvenza di razionalità, un fugace alito di raziocinio.
Ma non è quello che si è detto di loro per secoli?”

2008 Baldini Castoldi Dalai - ISBN 88-6073-321

Diario di un Laico

Carlo Flamigni
"DIARIO DI UN LAICO"
Viaggi, incontri e scontri sulla legge per la procreazione assistita

“La visione laica si differenzia dalla parte preponderante delle visioni religiose in quanto non vuole imporsi a coloro che aderiscono a valori e visioni diverse. Là dove il contrasto è inevitabile, essa cerca di non trasformarlo in conflitto, cerca l’accordo ‘locale’, evitando le generalizzazioni. Ma l’accettazione del pluralismo non si identifica con il relativismo, come troppo spesso sostengono i critici. La libertà della ricerca, l’autonomia delle persone, l’equità, sono per i laici dei valori irrinunciabili. E sono valori sufficientemente forti da costituire la base di regole di comportamento che sono insieme giuste ed efficaci”.

dal Manifesto di Bioetica Laica
di Carlo Flamigni, Armando Massarenti, Maurizio Mori, Angelo Petroni

2007 Pendragon - ISBN 88-8342-501-1

Il controllo della fertilità

Carlo Flamigni
"Il controllo della fertilità"
Storia, problemi e metodi dall'antico Egitto a oggi

La storia che ho cercato di raccontare, una storia che non può certamente essere considerata al termine, parla di un lungo e difficile viaggio che ha condotto l’uomo dalla orribile scelta di sacrificare i propri figli, alla messa a punto di metodi anticoncezionali sicuri. Per me è una storia di progresso e civiltà; per altri è l’immagine della degradazione e dell’immoralità.

2006 UTET - ISBN 88-0207-427-5

La legge sulla procreazione assistita

Carlo Flamigni Maurizio Mori
"La legge sulla procreazione medicalmente assistita"
Paradigmi a confronto

Alle donne e agli uomini che desiderano diventare madri e padri, oggi la biotecnologia offre un’opportunità in più, la fecondazione assistita; la diagnosi genetica pre-impiantatoria potrebbe evitare la nascita di bambini condannati a gravissime sofferenze; in futuro, le ricerche su cellule staminali embrionali potrebbero permettere una svolta nella cura di malattie come il cancro, il morbo di Parkinson, il diabete. Ma tutto questo non può avvenire in Italia, perché la legge 40 approvata dal parlamento della Repubblica nel 2004 lo vieta. In nome dei “diritti dell’embrione”, della “sacralità della vita”, della difesa dell’”unità” della famiglia. I suoi oppositori, che l’hanno definita “legge cattolica”, ritengono che rappresenti un enorme ostacolo per la libertà individuale e il progresso scientifico e ne hanno denunciato le contraddizioni, come la preferenza accordata all’aborto volontario piuttosto che alla diagnosi genetica del concepito, come dire che il feto avrebbe meno diritti dell’embrione. Un medico e un filosofo spiegano le conseguenze scientifiche, sociali e morali di questa legge e danno voce alle ragioni dell’Italia laica e autenticamente liberale.

2005 NET - ISBN 88-5152-269-3

La compagnia di Ramazzotto

Carlo Flamigni
La compagnia di Ramazzotto
Romanzo

Stellio Benelli è uno stimato professore universitario, noto per le sue battaglie politiche e per la sua recente candidatura al rettorato della facoltà di Medicina di Bologna. Meglio, era, perchè in una placida domenica romagnola qualcuno ha pensato bene di farlo secco. Alla scena ha casulmente assistito Primo Casadei, soprannominato Terzo per la sua incapacità congenita di essere primo, che viene contattato dalla moglie del Benelli, Mirta Fabbri, perchè la aiuti a scoprire la verità sulla morte del marito.
A fianco degli amici Proverbio e Pavolone, e sorvegliato a distanza dalla paziente moglie Maria - probabilmente l'unica cinese al mondo con accento forlivese - l'improvvisato investigatore si troverà invischiato in una losca storia di interessi accademici, politici e pure economici. In un rocambolesco susseguirsi di colpi di scena, dai risvolti talora esilaranti, la sgangherata banda di amici risolverà l'enigma, e qualcuno dovrà pagare un prezzo molto alto.

2004 Pendragon - ISBN 88-8342-308-9

La compagnia di Ramazzotto

Carlo Flamigni
Il Grande Tabù delle donne
Come affrontare senza timori la menopausa

Da sempre la menopausa è stata considerata la fase in cui le donne subiscono un radicale e «misterioso» cambiamento fisico destinato a peggiorare la qualità complessiva della vita, l'età critica in cui fanno la loro comparsa modificazioni fisiche, psicologiche e sociali spesso dolorose e difficili da accettare.
Per secoli la menopausa e stata trascurata dalla medicina, che l'ha interpretata come un semplice aspetto dei processi di invecchiamento e, quando se ne è occupata, ha evidenziato prevalentemente la stretta analogia tra i suoi sintomi e quelli di alcune patologie psichiatriche come l'isteria, la depressione, l'ipocondria.
E allorché, in tempi non troppo lontani, si è finalmente liberata di questi stereotipi, l' ha classificata come «malattia» dovuta a un deficit di estrogeni e ha quindi ritenuto che la somministrazione sostitutiva di ormoni fosse l' unica cura possibile, senza preoccuparsi di adeguare il trattamento alle esigenze della singola paziente.
Ciò ha fatto si che nei confronti della terapia ormonali nascessero sentimenti molto contrastanti: dall'assoluta fiducia nel potere di alleviare i disturbi più fastidiosi e di prolungare la giovinezza al timore che possano essere gravemente dannose per la salute.
In questo libro Carlo Flamigni, uno dei più noti ginecologi italiani, affronta con rigore scientifico e linguaggio accessibile l' argomento in tutte le sue sfaccettature, dedicando fra l'altro un'attenzione particolare alla cosiddetta «fase di transizione» e alla menopausa prematura.
Esamina le cause fisiologiche dei mutamenti che si verificano nel corpo femminile, fornisce dettagliate spiegazioni sul modo in cui agiscano gli ormoni, indica le proposte terapeutiche più idonee e, alla luce degli ultimi studi, le loro possibili conseguenze, "guidando le lettrici lungo la strada che può – non deve - portare alla decisione di iniziare una terapia sostitutiva.
Inoltre, presenta e analizza i rimedi suggerimenti dalle medicine alternative (cinese, tibetana, ayurvedica) e dalla fitoterapia, e sottolinea come una dieta corretta, un'adeguata attività fisica, uno stile di vita rispettoso della propria salute svolgano un ruolo determinante nella prevenzione dei disturbi menopausali più diffusi.
Consapevole del forte impatto esercitato dalla menopausa sulla sfera emotiva delle donne, Flamigni cerca anche di dissipare - con la delicatezza e l'affettuosa partecipazione che dovrebbe sempre caratterizzare il rapporto fra medico e paziente - Ogni dubbio e incertezza, affinché comprendano che durante la menopausa la loro vita non sarà qualitativamente diversa da come è stata in passato e, in particolare, che la loro sessualità non verrà per forza ferita e umiliata.

2004 Arnoldo Mondadori Editore - ISBN 88-04-51249-0

La reproducion asistida

Carlo Flamigni
La reproduccion asistida
Traduzione in spagnolo de "La procreazione assistita"

Tema di attualità, quello della riproduzione assistita (con le sue implicazioni scientifiche, filosofiche e religiose) occupa ogni giorno sempre più spazio nei dibattiti pubblici, ecco il motivo per tenersi informati.
Il Dottor Flamigni, autorità mondiale nella materia, spiega in questo libro dalle cause dell’infertilità (maschile e femminile) che motivano il ricorso alla riproduzione assistita, alle tecniche utilizzate (semplici e complesse), i metodi d’impianto e i processi biologici che ne discendono; senza dimenticare i processi di donazione e conservazione, così come i rischi e le complicazioni.
Un capitolo sui problemi di bioetica e un altro sopra la normativa nazionale e internazionale rendono questo libro utile e imprescindibile.

2003 Acento Editorial - ISBN 84-483-0728-3

Giallo Uovo

Carlo Flamigni
Giallo uovo
Un mystery romagnolo

Primo Casadei, soprannominato Terzo per la sua incapacità congenita di essere primo - o almeno secondo - "milita" in una bizzarra famiglia malavitosa che vive e prospera sulle colline romagnole.
Primo-Terzo ubbidisce agli ordini d'un certo Pirinciolla, il cui merito maggiore è di aver impalmato la figliola del boss, il Padrone, che l'ha delegato ai suoi loschi traffici. Per lui la vita trascorre in un tranquillo malaffare, ma un giorno Amalia Servadei, la bellissima amante di Pirinciolla, lo coinvolge in una faccenda rischiosa. Vuole dare al suo uomo illegittimo un erede inducendolo a ripudiare la figlia del Padrone e a sposare lei. Non è uno scherzo, anche se sembra tale, visto che Amalia è nota come Antavleva, che nel dialetto indigeno suona come "non ti volevo", e la rivale, Minerva, risponde al nomignolo di Pallade, non tanto in riferimento alla dea, quanto alla sua mole.
E come se non bastasse, ad aiutare Primo c'è lo scorbutico e saggio amico Proverbio, che ha per ogni occasione un gustoso detto popolare.
Ha inizio così un'esilarante commedia con toni gialli in cui l'autore, uno dei massimi esperti italiani di procreazione, affronta con ironia il tema della fecondazione artificiale, con il gusto del paradosso e con il supremo scopo di farci divertire. Oggetto del contendere: le antiche debolezze umane rivisitate alla luce delle più moderne tecnologie.

2002 Arnoldo Mondadori Editore - ISBN 88-04-49653-3

La procreazione assistita

Carlo Flamigni
La procreazione assistita
Fertilità e sterilità tra scienza medica e considerazioni bioetiche

Secondo alcuni dati il 15% delle coppie italiane non riesce ad avere figli; a questa percentuale si deve aggiungere un altro 5% dovuto a sterilità secondarie (insorte cioè dopo una gravidanza). Quali risposte fornisce oggi la scienza medica a queste persone?
Uno dei maggiori esperti di fisiopatologia della riproduzione umana traccia una sintesi delle attuali conoscenze in materia, a cominciare dalle cause della sterilità maschile e femminile, per poi entrare nel merito delle più avanzate tecniche della fecondazione assistita.
Se questo è un terreno che in molti casi offre una risposta positiva a un insopprimibile bisogno, è anche un luogo di scontro tra diverse concezioni etiche e giuridiche, in particolare per quel che riguarda lo statuto dell'embrione e, più in generale, i confini della scienza. Il volume dà conto delle diverse posizioni, oltre che delle leggi e dei regolamenti esistenti in Italia e nei vari paesi occidentali.

2002 Il Mulino - ISBN 88-15-08480-0

Storie di bambini piccolissimi

Carlo Flamigni - Marcello Jori
Storie di bambini piccolissimi

Storie di bambini piccolissimi introduce, con l'aiuto di fiori, cavoli, grilli, pagliacci malevoli e della voce immaginaria di un grande saggio, alla conoscenza del mistero della nascita. Attraverso una prosa scientifica e letteraria insieme, il lettore viene accompagnato in un viaggio che, dal momento del concepimento, arriva all'attimo in cui il bambino fa il suo ingresso al mondo.
"Il Nostro, il viaggiatore, un po' sporco, tutto bagnato, è adesso tra le braccia di sua madre, che è riuscita in un attimo solo a contargli le dita, a baciarlo tra gli occhi. Non è giusto disturbare un incontro come questo: vengono da lontano, hanno viaggiato tanto, per incontrarsi fuori dal tunnel di pietra, nella sicurezza del loro amore."

2001 Giannino Stoppani Edizioni - ISBN 88-86124-19-8

Avere un bambino

Carlo Flamigni
Avere un bambino
Come inizia una vita: dal concepimento al parto

Come avviene il miracolo del concepimento? Quale relazione si instaura tra la madre e il bambino durante la gravidanza? Come partecipa il nascituro alla vita del mondo esterno, dal momento che sensi come la vista, l'udito e il gusto sono già sviluppati prima della nascita? Quali sono i problemi fisici cui va incontro il corpo della donna e quali gli accorgimenti da seguire? Come la futura madre deve prepararsi al dolore del travaglio e affrontare il parto?
In queste pagine Carlo Flamigni, uno dei maggiori esperti italiani di problemi di fertilità, spiega gli aspetti fondamentali della riproduzione maschile e femminile, descrivendo la gravidanza giorno per giorno, dal concepimento al termine dei nove mesi, senza trascurare però le motivazioni più profonde alla base della scelta di genitorialità in un mondo in cui la scienza è accusata di assoggettare la natura, di alienare e disumanizzare l'uomo, e in cui i progressi della genetica hanno reso possibile la clonazione. Viviamo nel segno della contraddizione: «da un lato, la modernizzazione culturale dei comportamenti ha prodotto lo stabilirsi di nuove abitudini sociali, quali, per esempio, lo spostamento in avanti delle scelte di procreazione (circostanza che ha portato con sé un netto calo della natalità); dall'altro, con il controllo del concepimento (nei due sensi, quello negativo con la contraccezione e quello positivo con le fecondazioni assistite) il desiderio di procreare è diventato fortemente selettivo, ma non meno esigente».
Particolare attenzione l'autore dedica inoltre al momento del parto, che viene seguito dettagliatamente e per il quale si forniscono utili consigli - come prepararsi, quando ricorrere all'analgesia o al taglio cesareo -, e al periodo del puerperio e dell'allattamento.
Un grande libro della maternità che espone concetti complessi in modo semplice, invitando sempre a distinguere il giudizio, anche medico, dall'esperienza concreta, e che prepara i futuri genitori ad affrontare con consapevolezza uno dei momenti più importanti della vita, in cui alle gioie si accompagnano inevitabilmente ansie e preoccupazioni.

2001 Arnoldo Mondadori Editore - ISBN 88-04-45901-8

Curare Sterilità

Carlo Flamigni - Paola Mutinelli
Curare la sterilità
Etica, deontologia e psicologia nella relazione medico-paziente

Parlare di cura della sterilità significa affrontare non solo le scelte terapeutiche in un ambito così privato della vita di una coppia, ma anche le problematiche relative all'etica e alla deontologia della professione medica e alla delicata relazione del curante con i propri pazienti.
In questo volume, l'indiscussa competenza scientifica e la grande esperienza e sensibilità umana degli autori accompagnano il lettore in un'accurata analisi del rapporto medico-coppia sterile nei suoi vari aspetti: la presa in carico, la comunicazione, le implicazioni psicologiche, la capacità di saper fronteggiare le reazioni alla gioia per il successo delle terapie, ma anche, talvoIta, quelle conseguenti a un fallimento.
Scopo del libro è suggerire, nel rispetto delle convinzioni di ciascuno, la strada giusta per condividere pienamente l'entusiasmante viaggio verso la vita.

2001 Percorsi Editoriali - Carrocci Editore - Leggi il libro in formato PDF

Figli dell' acqua figli del fuoco

Carlo Flamigni
"Figli dell' acqua figli del fuoco"

Nessun mistero ha mai affascinato l'Uomo quanto il miracolo della vita. Perchè la genesi di un nuovo essere nel grembo materno rinnova il mito dell'origine, della creazione.
La cultura popolare, la religione e la scienza hanno cercato di offrire una spiegazione all'interrogativo "come nasce la vita", ma oggi, ormai, le moderne tecnologie genetiche spostano l'attenzione sul "come far nascere la vita".

Il bisogno di sentirsi padre o madre, il dramma della sterilità, il problema morale posto dalle nuove tecniche di riproduzione: su questi e altri temi Carlo Flamigni ha scritto venti racconti di rara sensibilità che dai miti delle società più antiche fino agli scenari di un lontanissimo futuro dominato dalla biogenetica indagano le possibili "verità" della procreazione.

1999 Edizioni Pendragon - ISBN 88-8342-000-4

Il libro della procreazione

Carlo Flamigni
Il libro della procreazione
La maternità come scelta: fisiologia, contraccezione, fecondazione assistita

Un libro di consultazione, il primo nel suo genere, su tutti i temi legati alla fisiologia e alla patologia della riproduzione.
Un'opera di divulgazione, semplice ma completa, che vuole far conoscere e comprendere i mille eventi che accompagnano la donna fin dalla adolescenza.
E insieme alla donna segue un percorso: dal menarca ai problemi della pubertà, dalla scelta degli anticoncezionali alle malattie dell'apparato riproduttivo, dal desiderio di maternità alla possibilità della fecondazione assistita fino alla gravidanza, con le paure e le gioie che l'accompagnano. Un libro cui ricorrere per chiarire dubbi e interrogativi, per capire piccole (e grandi) anomalie, per affrontare con maggiore consapevolezza e serenità alcune tra le scelte più importanti della vita.

1998 Arnoldo Mondadori Editore - ISBN 88-04-45546-2

I laboratori della felicità

Carlo Flamigni
I laboratori della felicità
La cura della sterilità tra successi e delusioni

Che cos'è la sterilità? Una condizione patologica? Una malattia dei sentimenti? Può una donna diventare sterile all'improvviso, senza che neppure se ne accorga? E quali sono le cause che la determinano o i rimedi possibili?
In un paese dove, nonostante il tasso bassissimo di natalità, sono in crescente aumento le domande di trattamento per la cura della sterilità, questo libro cerca di indagare nel mondo sconosciuto delle maternità difficili o impossibili, affrontando non solo i problemi connessi con i diversi generi di fecondazione assistita, ma anche illustrandone in modo dettagliato le successive fasi, i rischi che ciascuna di queste comporta e le possibilità di riuscita. Viene così fornita una sorta di guida ragionata per le coppie che abbiano deciso di seguire questa via, alla quale fa seguito l'esposizione dei problemi bioetici che vengono sollevati.
Dai casi più semplici ai più complessi, come quelli che riguardano la scelta di avere un figlio utilizzando le donazioni di patrimonio genetico da un'altra persona, a quelli che riguardano le maternità surrogate. L'autore illustra poi gli sviluppi della ricerca nel campo della fecondazione assistita.
Scritto in modo chiaro, questo libro può essere utile anche per chi non abbia un'approfondita preparazione scientifica o non si sia mai interessato in modo particolare a questo tipo di problemi. Il linguaggio accessibile e l'ampiezza dei punti di osservazione sull'argomento - medico, sociale, bioetico - rendono il volume di grande attualità e introducono anche il lettore inesperto in un universo per molti versi ancora sconosciuto.

1994 Bompiani Editore - ISBN 88-452-2251-9

Scrivici | Powered by Cheiron © Software 2010 - 2015